Carta o plastica?

Una volta alla cassa, bisogna chiedere una busta di plastica o un sacchetto di carta? Non è facile rispondere a questa domanda. I materiali necessari per creare questi due tipi di busta vengono in entrambi i casi dalle nostre risorse naturali.

  • La carta proviene dal legno, che viene dagli alberi, che crescono nella terra.
  • La plastica è fatta da petrolio, noto anche come "combustibile fossile". Il petrolio nasce dalla decomposizione di piante ed animali molto antichi.

Gli alberi necessari per produrre la carta sono considerati risorse rinnovabili. Ciò significa che nuovi alberi possono essere piantati al posto di quelli abbattuti per produrre la carta e gli altri prodotti. Bisogna però ricordare che gli alberi impiegano molti anni per sostituire quelli abbattuti poiché crescono lentamente. Una volta che la carta è fatta, può essere riciclata e utilizzata per creare altri prodotti di carta. Tuttavia fare nuova carta richiede un consumo di acqua ed energia.

Il petrolio necessario per creare la plastica è considerata una risorsa non rinnovabile, come l' alluminio, lo stagno e l' acciaio. Il petrolio è infatti il risultato di processi geologici lunghi milioni di anni. Quindi bisogna ricordare che le riserve di petrolio della terra, una volta utilizzate, scompaiono per moltissimo tempo. Inoltre c'è da considerare anche che le buste di plastica sono facili da riutilizzare ma raramente riciclabili e la maggior parte finisce in discarica.

La soluzione migliore è quindi quella di optare per una borsa riutilizzabile per la spesa, o portare la vecchia busta di plastica di nuovo al negozio quando si ritorna a fare la spesa. Alcuni negozi, come il supermercato Da Maria, accreditano il conto della spesa per il riutilizzo di vecchie buste, visto che in questo modo non hanno bisogno di acquistarne nuove. Se si acquista solo uno o due articoli si potrebbe anche evitare di usare una busta della spesa.

Crea un sito Web gratuito con Yola.