Compostiera

Un cestino per il compost fa in modo che le piante ed alcuni scarti alimentari ritornino nel terreno attraverso la decomposizione, dove funzionano come additivo naturale.

Il compost migliora la struttura del terreno, aumenta la capacità del suolo di assorbire l'aria e l'acqua, sopprime la crescita di erbacce e riduce la necessità di aggiungere sostanze chimiche e pesticidi alle piante.

Gli studenti di Riciclopoli hanno installato un contenitore per riutilizzare foglie, erba tagliata ed anche alcuni tipi di cibo della mensa. Hanno scelto di riporlo su una superficie della scuola su cui non picchia molto sole. Poi hanno cominciato con uno strato di circa 10 centimetri di foglie, terra smossa ed erba tagliata. Hanno deciso di includere avanzi di cibo, quindi hanno aggiunto verdure, gusci d'uovo e fondi di caffè.

Gli studenti fanno a turno per prendersi cura del compost. Hanno scoperto che molti tipi di alimenti possono essere trasformati in compost, inclusi i ritagli di verdura, le bustine di tè, le bucce delle mele e delle patate ed anche il pane raffermo( ma senza maionese!). Si assicurano che nessuno getti avanzi di carne, latticini o i cibi grassi (come la maionese), perché questo tipo di cibo attira i parassiti, come topi e ratti.

Quando il clima è secco, spruzzano dell'acqua sul compost, ma non troppa da renderlo molliccio. Ogni tot settimane, uno di loro rigira il compost con un forcone per fargli prendere aria e ridistribuire l'umidità. A volte il composto si surriscalda ed alcuni studenti hanno trovato dei vermi all'interno - entrambi i fenomeni fanno parte del processo di decomposizione.

Dopo circa sei mesi, il compost appare scuro e friabile ma ancora consistente. Quando raggiunge questo stato è pronto per essere sparso nel giardino della scuola ed intorno i cespugli del cortile della scuola. È  anche utilizzato in alcune lezioni di biologia come terriccio per far crescere le piante.

Crea un sito Web gratuito con Yola.